MALTA : una settimana nella storica isola del Mediterraneo

AlongCamePaoly - Malta - bow window www.alongcamepaoly.com

listening to Mick Kiely – Infinity Pool

Eccomi qua!! Sebbene sia tornata dalla mia ultima vacanza già da qualche giorno, mi sono presa un po’ di tempo per riordinare le idee (e le valigie! 🙂 ) e raccontarvi della mia vacanza di una settimana su questa bellissima isola del Mediterraneo, Malta.

along came paoly-malta red door

Già nel titolo specifico che si è trattata di una sola settimana, ad Agosto. Sembrano due dati banali, ma a mio avviso sono molto importanti perché di luoghi da vedere e cose da fare ce ne sarebbero stati ancora moltissimi, ma in una settimana abbiamo dovuto selezionare ciò che per noi era più rilevante.

Comincio dandovi qualche informazione di base:

  • a Malta parlano una lingua che è un misto di inglese, arabo e italiano, ma la lingua parlata praticamente da tutti è l’inglese (anche l’italiano è abbastanza diffuso).
  • la guida è a sinistra con volante dell’auto a destra. Se non provenite da un paese anglosassone, all’inizio bisognerà abituarsi ad una guida diversa, ma continuate a leggere e vi darò qualche utile suggerimento.
  • le prese della corrente elettrica sono di tipo G (quelle inglesi per intenderci, con tre fori rettangolari a forma di T rovesciata). Nel nostro hotel davano in prestito degli adattatori, ma è facile reperirli anche nei diversi supermercati.
  • il Wi-Fi è molto diffuso, sia nei locali che all’aperto nei luoghi pubblici; quindi se state valutando un piano flat per l’estero prendete anche in considerazione il fatto che spesso potrete accedere gratuitamente a molte reti Wi-Fi.
  • la moneta è l’Euro e vengono accettate carte di credito e bancomat praticamente in tutti gli esercizi commerciali.

Muoversi a Malta

Bisogna ammetterlo: Malta si può girare tranquillamente con i mezzi di trasporto pubblici. Da quello che mi è sembrato di vedere e capire, i mezzi sono tanti e portano praticamente in ogni punto dell’isola. Bisogna però fare i conti con i tempi per spostarsi da un luogo all’altro e con le attese. Per quello che abbiamo avuto modo di vedere, il traffico nei centri urbani di Malta è abbastanza intenso, ci sono parecchi lavori di riqualifica/rifacimento stradale e le corsie dedicate esclusivamente a bus e taxi sono pochissime.

Detto questo, noi abbiamo deciso di noleggiare l’auto e avventurarci alla scoperta di Malta in completa autonomia. Se anche voi attira questa idea, ecco alcune indicazioni e consigli utili:guida a sinistra malta

  •  scegliete l’auto soltanto se siete abbastanza portati alla guida e l’idea di guidare nel senso opposto non vi spaventa (per fortuna c’era il mio ragazzo, perché io non me la sarei sentita 🙂 )
  • i maltesi guidano in modo un po’ spericolato, quindi attenti non solo alla vostra guida ma sopratutto a quella degli altri (non capivamo mai da che parte guardare prima di immetterci su una strada!)
  • prenotate l’autonoleggio prima di partire (la prenotazione anticipata gode sempre di alcune agevolazioni e sconti). Noi abbiamo prenotato con GOLDCAR online e pagato al momento del ritiro dell’auto in aeroporto.
  • se volete passare una settimana tranquilla e senza pensieri, fate un’integrazione dell’assicurazione auto che copra ogni tipo di danno (abbiamo visto parecchi specchietti penzolanti e auto rovinate. D’altronde in città le vie sono molto strette e i sensi di marcia spesso non chiarissimi).
  • potendo scegliere, vi suggerisco navigatore e cambio automatico. Il primo perché è utilissimo per districarsi nel dedalo di stradine dei vari centri. Una volta usciti dai centri abitati ci si ritrova su strade più nuove ed ampie e le indicazioni sono frequenti e costanti. Il secondo, il cambio automatico, vi aiuterà a non pensare troppo ai movimenti da fare con la guida inversa e a concentrarvi di più su quello che accade intorno a voi.
  • ultimo ma non meno importante : attenzione alle multe! La compagnia di autonoleggio ci ha messi in guardia (e bloccato a titolo preventivo la bellezza di 200€) perché è possibile incorrere in multe (es. se non si rispettano i limiti di velocità, se si invadono le corsie riservate ai mezzi pubblici, se si parcheggia all’interno delle strisce blu – riservate ai residenti – o gialle – divieto di parcheggio). Attenzione inoltre all’accesso a La Valletta che ci hanno detto sia ripreso da videocamere. A tal proposito infatti, se alloggiate a Sliema, vi suggerisco di usare il comodissimo ed economico battello che porta da Sliema a La Valletta in 10 minuti a poco più di 2€ a/r.

Scelta dell’hotel a Malta

Cominciamo dalla posizione : per quello che abbiamo avuto modo di scoprire e per il tipo di vacanza che volevamo fare, la cittadina di Sliema si è rivelata la migliore scelta.

Per il semplice  motivo che … c’era tutto!

www.alongcamepaoly.com
La Valletta vista da Sliema

L’abbiamo trovata un ottimo punto di riferimento per muoversi sull’isola, a breve distanza da tutti i luoghi di interesse: La Valletta a 10 minuti di traghetto, la vivace St. Julien e la scatenata Paceville raggiungibili con una bella passeggiata di circa 1,5 km sul lungomare.

spiaggia Sliema
Spiaggia di Sliema

Ma non era indispensabile spostarsi, perché a Sliema c’era già tutto quello che poteva bastare ad una vacanza : bar per la prima colazione, localini carini dove cenare o prendersi un bicchiere di vino maltese dopo cena (a proposito, provate il rosè, é ottimo!), negozietti, mezzi pubblici e pure la “spiaggia” (con la precisazione che la loro spiaggia “cittadina” è  costituita da una lunga distesa calcarea dove si può accedere al mare tuffandosi o attraverso delle scalette.).

Infine l’hotel merita una breve descrizione perché ci ha molto soddisfatti.

Abbiamo alloggiato al The Palace Hotel (sul navigatore impostate la ricerca di Hotel in Sliema e vi apparirà tra i primi risultati, così da non impazzire a cercarlo 😉 ). Prima di partire avevamo letto un po’ di recensioni dell’hotel e consci che non era classificabile come un 5* italiano, abbiamo deciso di provarlo visto che in tanti ne parlavano bene. Questo hotel ha completamente soddisfatto le nostre aspettative. Alla reception si sono dimostrati subito molto disponibili, si sono offerti di parcheggiarci l’auto nel garage (2€ al giorno per il parcheggio, e vi assicuro che ne vale la pena visto che è in centro e si faticava a trovare posto nelle vie limitrofe). La nostra camera era una standard molto ampia, con letto king size, scrivania, poltrona, bagno con doccia e vasca (c’è il phon!! Potete risparmiare qualche grammo in valigia ed evitare di portarvi il vostro da casa 😉 ), frigobar e bollitore per l’acqua. Se dovessi trovare qualche difetto alla camera è che c’erano pochissime prese per la corrente! In bagno non ne abbiamo trovata nemmeno una, e in tutta la camera ce ne saranno state forse 2. (e ricordatevi dell’adattatore!)

La parte più bella in assoluto dell’hotel era la piscina al 9° piano, o meglio la Infinity Pool. Dalla terrazza di vedeva un bellissimo panorama su tutta la città e zone limitrofe e nonostante fosse agosto non l’abbiamo mai trovata troppo affollata. Per i più sportivi, c’è anche un’ampia palestra attrezzatissima con macchinari Technogym e per chi desidera rilassarsi, una bellissima area SPA di cui però non abbiamo usufruito.

infinity pool the palace hotel sliema

Spiagge a Malta

Chiarisco fin da subito che a me piace la sabbia bianca e fine, fondali bassi e trasparenti e mare calmo. Onestamente non ho trovato le spiagge di Malta particolarmente affascinanti, tuttavia il mare è bello e pulito e l’acqua non era mai fredda; nessuna di quelle visitate mi ha lasciata davvero stupita ma non mi ha nemmeno delusa. Forse perché erano davvero molto affollate; non essendoci moltissime spiagge di sabbia su tutta l’isola, quelle più facilmente raggiungibili sono anche quelle più frequentate.

Tuttavia se anche voi decidete di andare a Malta in estate, non potete perdervi queste spiagge (noi abbiamo visitato soltanto quelle di sabbia a nord dell’isola):

ghadira beach
Ghadira Beach
  • Ghadira Beach (a nord nella grande baia di Mellieha): credo una delle più carine e adatta a tutti. La spiaggia è abbastanza lunga ma molto affollata, quasi inaccessibile senza noleggio di lettini e ombrellone (14€ due lettini + ombrellone per tutta la giornata). Fondale basso e trasparente, spiaggia chiara, zero alghe.

  • Ghajn Tuffieha (a nord ovest, vicino alla cittadina di Imgarr) : per raggiungerla bisogna scendere 180 scalini, ma una volta arrivati in spiaggia la sabbia è fine e il mare leggermente più mosso e subito profondo. Questa spiaggia è meno attrezzata della precedente ma c’è un bel bar sul promontorio con vista su tutta la baia.

Gnejna Beach
Gnejna Beach
  • Gnejna Beach (leggermente più a sud di Ghajn Tuffieha) : decisamente meno frequentata (c’erano pochi turisti e più gente del posto) ma anche meno attrezzata e molto libera. Questa spiaggia ci sarebbe piaciuta se non fosse stato per il fondale pieno di sassi e praticamente inaccessibile senza le apposite scarpette.

  • Armier Bay (sulla costa nord vicino agli imbarchi per i traghetti di Gozo e Comino) : questa spiaggia è molto piccola e credo frequentata dai locali. Noi eravamo di passaggio di ritorno da Comino e abbiamo soltanto preso un caffè al bar della spiaggia, però ci saremmo tornati volentieri.

  • Ramla Bay ( nella parte orientale dell’isola di Gozo) : sabbia rossastra e molto ampia, circondata da campagna (e da vigneti!! ) e alte scogliere.

ramla bay 2
Ramla Bay
ramla bay 1
Ramla Bay

 

  • Blue Lagoon (la famosissima e affollatissima spiaggia di Comino) : questo è uno di quei posti in cui BISOGNA andare, anche solo per vedere gli effetti di un turismo senza freni. Ci hanno detto che il momento migliore per visitare questa spiaggia è arrivare all’alba, o comunque prima delle 9.30 (a quest’ora partono le varie gite organizzate). Noi non avevamo alcuna voglia di svegliarci presto e ci siamo avventurati verso le 11. Comino è facile da raggiungere, seguite le indicazioni per Gozo e arrivati alla rotonda che indica i traghetti per Gozo a sinistra, prendete la prima uscita verso destra. La partenza della barca che porta a Comino è proprio di fronte all’hotel Riviera (biglietto 10€ a persona, a/r). Una volta arrivati alla Blue Lagoon resterete impressionati dalla bellezza del mare oltre che dalla quantità di gente ammassata su una spiaggia piccolissima e sulla collinetta circostante (sulla mia pagina FB potete vedere una foto della natura “contaminata”). Viene da chiedersi come sia possibile che il mare sia così bello nonostante tutta quella gente e quelle barche che attraccano ogni 10 minuti. Ad ogni modo, non limitatevi alla blue lagoon, passeggiate lungo l’isoletta e scoprirete delle bellissime piccole baie un po’ più difficili da raggiungere ma decisamente meno affollate.

comino beaches

Cosa vedere a Malta in una settimana di Agosto

LA VALLETTA

Dedicate almeno mezza giornata a visitare La Valletta e almeno una delle tre città che formano Cottonera : Vittoriosa, Senglea e Cospicua.

Se volete visitare la Co-Cattedrale di Valletta, non andateci di domenica…incredibilmente la troverete chiusa per le visite. In ogni caso, sappiate che l’ingresso costerà 8€ comprensivi di visita alla cattedrale e al suo museo. Tutta l’isola è un continuo susseguirsi di chiese e statue di santi o capitelli, a testimonianza di un culto religioso molto sentito.

la valletta addobbi
La Valletta

 

A Valletta non potete perdervi una passeggiata verso gli Upper Baracca Gardens, da cui si ha la vista migliore sul Grand Harbour.

valletta grand harbour

Dghajsa
Dghajsa

Vi consiglio poi di scendere con l’ascensore direttamente al porto (la discesa è gratuita, mentre per risalire chiedono 1€) e una volta usciti dall’ascensore, attraversate la strada e dirigetevi sempre dritto all’interno di un piccolo porticciolo. Noi ci siamo avventurati per pura curiosità e abbiamo scoperto che lì attraccavano le taxi boat. Praticamente delle barche tradizionali, dette Dghajsa, che portavano al massimo 6 persone, che ti portavano in circa 10 minuti verso una delle tre Città (2€ a testa) o davano la possibilità di fare il giro di tutto il porto (circa 10€ per un’ora di tour). Credo che questo sia il loro sito.

view from Dghajsa

vittoriosa bow windows
Vittoriosa

Noi abbiamo visitato Vittoriosa e siamo rimasti molto  colpiti dalla pace che c’era e dai meravigliosi colori della cittadina addobbata a festa (tutti i paesi si preparavano per la festa dell’Assunzione del 15 agosto).

Al ritorno sono riuscita anche a scattare qualche foto ai tipici Luzzu (imbarcazione da pesca tradizionale maltese).

 

 

 

 

 

luzzu
Un Luzzu tradizionale

Tornando verso la città, in Freedom Square, troverete il bellissimo e moderno palazzo del parlamento progettato da Renzo Piano.

palazzo parlamento renzo piano
Il palazzo del Parlamento

along came paoly Malta

Immancabili le foto a tutto ciò che è coloratissimo in questa città, dalle porte, ai bow windows e alle panchine!

along came paoly-malta blue door

along came paoly-malta yellow sit

MDINA

Una visita all’antica capitale dell’isola è d’obbligo se volete immergervi in secoli di storia. Definita anche “la città silenziosa” con accesso alle auto limitato ai soli residenti, è bellissimo perdersi nei suoi vicoletti assolati e incantarsi davanti alle porticine colorate e ai  coloratissimi balconcini chiusi tipici dell’architettura maltese.

mdina balcony
Mdina e i suoi balconcini fioriti

along came paoly-mdina escale

Mdina

PACEVILLE E BAIA DI ST JULIAN

Se avete più di 17 anni, probabilmente a Paceville di sera non resisterete più di un paio di ore! 🙂 Questa località è una piccolissima Las Vegas con insegne luminose ovunque, locali con musica a tutto volume e PR che ti trascinano dentro, oltre che diversi casinò e night club. Insomma è facile capire perché sia la meta preferita per molti ragazzini alla ricerca dello sballo. Noi abbiamo optato per un giro veloce e per una passeggiata nella più tranquilla St. Julian e Spinola Bay. Se siete in macchina vi consiglio di parcheggiarla nel parcheggio sotterraneo del Portomaso Shopping Complex (per intenderci, l’unico grattacielo di Malta di 22 piani).

 

gozo green doorsGOZO

Anche l’isola di Gozo merita una visita. Prendete il traghetto da Chirkewwa (seguite le indicazioni per Gozo Ferries). I traghetti sono frequenti, ogni circa 40 minuti, e ben organizzati. Se arrivate in macchina non preoccupatevi per il biglietto, si pagherà soltanto al ritorno (circa 20€ a/r per una macchina e 2 persone). Qui tutte le info .

Vittoria (o Rabat) è il capoluogo di Gozo, famosa principalmente per la sua Cittadella. Non avventuratevi a cercare parcheggio sulla (trafficatissima) strada principale, seguite Triq-ir-Repubblika e alla prima rotonda girate a sinistra, troverete un parcheggio libero molto ampio.

St Antonio Gozo
Chiesa di Sant Antonio da Padova a Gozo

Dove e cosa mangiare a Malta

Sono sincera, la cucina tipica maltese ci sembrava troppo ricca per i nostri gusti e per la stagione (stufato di coniglio,caponata, zuppe di pesce…), per questo motivo di tipico abbiamo provato  soltanto i loro “snack”:

baked pastizzi
Pastizzi ❤️

Pastizzi : io mi sono innamorata di questa specie di panzerotti di pasta sfoglia ripieni di ricotta o di una specie di purè di piselli. Li ho provati sia nella versione “low fat” cotti al forno, sia fritti … una goduria. Chi mi ha seguita su Snapchat (paola.paoly) avrà sentito la croccantezza del pastizzo fritto mangiato a Gozo. Oltre ad essere buonissimi, costano pochissimo (tra i 30 cent e i 50 cent) e saziano molto. A La Valletta li abbiamo mangiati cotti al forno al Caffè Cordina, uno dei locali storici della città. A Gozo li abbiamo provati fritti take away in una delle tante pastizzerie. Buonissimi in entrambi i casi.

Ftira: molto simile al pane cunzato siciliano. Un panino molto croccante riempito di tonno, cipolla, olive, pomodori, olio e chi più ne ha più ne metta! Ricordate che a Malta le porzioni di cibo sono sempre abbastanza abbondanti.

Per quanto ci riguarda, abbiamo mangiato molto bene in questi ristoranti:

  • TEMPTASIAN  : ristorante fusion al 9° piano dell’hotel dove alloggiavamo, The Palace Hotel. Il ristorante è bellissimo sia all’interno che all’esterno con vista panoramica su La Valletta e Sliema. Servizio eccellente e curato nei dettagli e cucina orientale ricercata. Prezzi nella media per ristoranti di questo tipo. Consiglio di prenotare se volete un tavolo “con vista”.

piccolo padre viewPICCOLO PADRE : lungo la passeggiata che porta da Sliema a St Julien. Posizionato sul punto più esterno della baia, la vista dalla terrazza esterna è meravigliosa. Principalmente conosciuto per la pizzeria, noi abbiamo preso due piatti di linguine ai frutti di mare, buonissime e porzioni molto abbondanti. Ottimo rapporto qualità/prezzo. Per un bel tavolo con vista ad agosto è meglio prenotare.

  • FRESCO’S  : sempre lungo la passeggiata e poco distante dal Piccolo Padre, si trova questo ristorante carino e dove abbiamo mangiato molto bene. La terrazza è semi aperta e l’effetto finale è decisamente piacevole. Poco prima di ordinare ci è stato precisato che non si trattava di un fast food e che tutti i piatti venivano cucinati al momento, per cui essendo semi pieno, ci sarebbe voluto un po’ di tempo per i nostri spaghetti allo scoglio…45 minuti per la precisione! Nonostante l’attesa, il cibo era ottimo e il servizio gentile e disponibile.

  • LA FONTANELLA TEA GARDEN  : uno dei locali più belli di Mdina con più di una terrazza panoramica sulla vallata e un menu di torte da avere l’imbarazzo della scelta! Io ho preso una carrot cake, che non sono riuscita nemmeno a fotografare perché me la sono mangiata subito 🙂 Le avrei provate tutte!!!

malta comino e gozo
Malta,Comino e Gozo visti dall’aereo

Che altro aggiungere? A noi questa vacanza è piaciuta moltissimo e resta la voglia di tornare a Malta a vedere quello che in una settimana non siamo riusciti ad incastrare, chissà magari in primavera!

Se vi è piaciuto il mio racconto, se volete condividere anche la vostra esperienza o se avete domande, vi aspetto nei commenti qua sotto!

A presto!

Paoly


MALTA : a week in the historical Mediterranean island

Here I am again!! Even if I came back from my last vacation last Friday, I took a bit ‘of time to collect my thoughts to tell you about my vacation on this beautiful Mediterranean island.

I went in Malta with my boyfriend, in August and for just a week. In my opinion is important to know the period and the length of holidays, because there were still a lot of places to see and things to do, but in just a week we had to choose what was most important for us.

I begin by giving you some basic information:

  • The language is a mixture of English, Arabic and Italian, but the language spoken by almost everyone is English (although the Italian is quite common).
  • Driving is on the left with the steering wheel on the right. If you are not from an Anglo-Saxon country, at the beginning you would need to get used to a different guide, but read on because I’ll give you some useful tips.
  • The sockets are of G type (with three rectangular holes in the shape of an inverted T). In our hotel we borrow an adapter, but it’s easy to find them in several supermarkets.
  • Wi-Fi is widespread, also in public places.
  • the currency is the Euro and credit cards and debit cards are accepted almost everywhere.

Travelling around Malta

Malta seems really well organized with public transportation. From what I understood, you can move with public transport around the entire isle. But we have to consider timetables and schedules and waiting every time you want to move from one place to another. From what we have seen, the traffic in the urban centers of Malta is quite intense, there are several works to upgrade/renovate streets and there are very few road lanes dedicated exclusively to buses and taxis.

That said, we have decided to rent a car and venture out to discover Malta in complete autonomy. If you also want to try driving in Malta, here are some hints and tips:

  • choose the car only if you are quite confident in driving, and the idea of driving in the opposite direction does not scare you (luckily there was my boyfriend :))
  • Maltese drive is a bit messy, so pay attention to everyone!
  • early car booking always enjoys some benefits and discounts. We have booked with GOLDCAR online and paid upon collection of the car at the airport.
  • if you want to spend a quiet and carefree week, upgrade the car insurance to cover any damage (we saw several mirrors dangling and damaged cars).
  • if possibile, I suggest ask for the GPS and an automatic transmission. The first because it is useful to untangle the maze of narrow streets downtown.  The second, automatic transmission, will help you not to think too much on the movement to do the reverse driving and to focus more on what’s happening around you.
  • Last but not least, pay attention to the fines! The car rental company has warned us (and blocked as a preventive measure 200 €) because you can incur fines (eg. If you do not respect the speed limits, if you park in the blue stripes – for residents – or yellow ones – no parking). Also access to Valletta is taken up by video cameras. If you stay in Sliema, I suggest you to use the convenient and economical ferry from Sliema to Valletta for just about € 2.

Choice of the hotel in Malta

Let’s start from the position: for what we have discovered and the type of holiday we wanted to do, Sliema turned out to be the best choice.

For the simple reason that … it was all there!

We found it an excellent base for getting around the island, a short distance from all places of interest: La Valletta in 10 minutes by ferry, the lively St. Julien and unleashed Paceville reached with a walk of about 1,5 km along the seafront.

But it was not essential to move, because in Sliema was already all what you could deserve in holiday: cafes for breakfast, nice cafes where you can dine or take a glass of Maltese wine after dinner (by the way, try the maltese rosé, is excellent!), shops, public transport and even the “beach” (their beach “in town” consists of a long limestone where you can access the sea by diving or through ladders.). Finally the hotel is worth a brief description because it has us very satisfied.

We stayed at The Palace Hotel. Before leaving Italy we had read some good reviews and we decided to try it. This hotel has fully met our expectations. At the reception we were immediately welcomed by a very helpful and nice staff, they offered to park our car in the garage (2 € per day, and I assure you that it’s worth it, since the hotel is in the city center and is hard to find parking in the nearby streets ). Our room was a very broad standard one, with king size bed, desk, chair, bathroom with shower and bath (there’s the hairdryer !! You can  avoid to bring your own from home 😉 ), minibar and kettle. If I had to find some flaw in the room it is that there were very few power points! In the bathroom we have not found even one, and in the room there have been just 2. (remember the adapter!)

The nicest part of the hotel was absolutely the infinity pool on the 9th floor. You can enjoy a stunning view from the terrace over the city and surrounding areas and we never found it too crowded. For the sporty people, there is also a large fully equipped gym with Technogym equipment and for those who want to relax, a beautiful SPA area, but we did not use it.

Malta beaches

Let me clarify right away that I like the fine white sand, shallow water, and transparent and calm sea. Honestly I have not found particularly fascinating beaches in Malta, but the sea is beautiful and clean and the water was never cold; none of the ones visited surprised me,  but did not even let me down. Perhaps because they were really crowded; since there aren’t a lot of sandy beaches on the island, the most easily accessible are also the most popular.

However if you decide to go to Malta in the summer, you cannot miss these beaches (we visited only the ones in the north of the island):

  • Ghadira Beach (north-in the large Mellieha bay ): I think one of the prettiest beaches for everyone. The beach is quite long but very crowded, almost inaccessible without rental of sunbeds and umbrella (14 € two beds + umbrella for the whole day). Shallow and transparent water , clear beach, no algae.

  • Ghajn Tuffieha (northwest, near the town of Imgarr): to reach it you have to descend 180 steps, but once you get to the beach the sand is fine and the sea slightly choppy and immediately deep. This beach is not equipped as the previous one, but there’s a nice restaurant on the cliff with a nice view across the bay.

  • Gnejna Beach (slightly south of Ghajn Tuffieha): much less crowded (there were few tourists and more locals) but also less equipped. Unfortunately the sea was full of stones at the shoreline and was inaccessible without the proper shoes.

  • Armier Bay (on the northern coast near the boarding point for ferries to Comino): This beach is very small and I think frequented by locals. We only had a coffee at the beach bar, but we would like to be back again.

  • Ramla Bay (in the eastern part of the island of Gozo): reddish and very wide sandy beach, surrounded by the countryside (and vineyards!) and cliffs.

  • Blue Lagoon (the famous and crowded Comino beach): This is one of those places where you MUST go, if only to see the effects of a tourism without brakes. We were told that the best time to visit this beach is to arrive at dawn, or at least before 9.30 am. We did not have any desire to wake up early and we reached Comino at 11 am. Comino is easy to get to. The departure of the boat that leads to Comino is just opposite the hotel Riviera (roundtrip ticket 10 € per person). Once at the Blue Lagoon you will be impressed by the beauty of the sea as well as by the amount of people crammed on a small beach and the surrounding hill (on my FB page you can see a photo of the “contaminated nature”). I wondered how it is possible that the sea is so beautiful despite all those people and those boats that dock every 10 minutes. However, do not limit your excursion to the blue lagoon, walk along the island and discover some beautiful small bays a bit ‘more difficult to get to but far less crowded.

What to see in Malta for a week in August

LA VALLETTA

Spend at least half a day to visit Valletta and at least one of three cities Vittoriosa, Senglea and Cospicua.

If you want to visit the Co-Cathedral in Valletta, do not go on Sunday … you’ll find it incredibly closed for visits. In any case, good to know that the entrance will cost € 8 including a visit to the cathedral and its museum. The whole island is full of churches and religious statues, reflecting a deeply felt religious worship.

At Valletta do not miss a walk to the Upper Baracca Gardens, from where you have the best view of the Grand Harbour.

I suggest you then to get off the elevator directly to the port (the descent is free, while back is for € 1) and once out of the elevator, cross the road and always head straight into a small marina bay. We found that there were  the boat taxi. The traditional boats, called Dghajsa, carrying a maximum of 6 persons, who carried you in about 10 minutes to one of the three City (€ 2 each) or gave the opportunity to go around the entire harbor (about 10 € for hour tour). I think this is their website.

We visited Vittoriosa and we were very impressed by the peace that was and the wonderful colors of the festively decorated town (all towns were preparing for the feast of August 15).

On the way back I also managed to take some pictures to the typical Luzzu (Traditional Maltese fishing boat).

Returning to the city, in Freedom Square, you will find the beautiful and modern parliament building designed by Renzo Piano.

Impossible not to take picture of all that is colorful in this city, the gates, the bow windows and the even the benches!

MDINA

A visit to the ancient capital of the island is a must if you want to plunge in centuries of history. Also referred to as “the silent city” with car access restricted to residents only, you have to get lost in its beautiful sunny and enchanted alleys in front of the colored doorways and balconies in the typical Maltese architecture.

PACEVILLE AND ST JULIAN’s BAY

If you are more than 17 years old, you will probably not resist in Paceville at night more than a few hours! 🙂 This place is a tiny Las Vegas with neon and illuminated signs anywhere, with loud music and boys and girls that pull you into their clubs, as well as several casinos and night clubs. So it’s easy to understand why it is the favorite destination for many guys who want to have fun. We opted for a quick ride and a walk in the quiet St. Julian and Spinola Bay. If you’re driving I recommend you to park in the underground parking of the Portomaso Shopping Complex (the only one skyscraper of Malta with 22 floors).

GOZO

Even the island of Gozo is worth a visit. Take the ferry from Chirkewwa (follow the signs to Gozo Ferries). Ferries are frequent, every 40 minutes, and well organized. If you arrive by car do not worry for the ticket, you will pay only at the return (about 20 €  for a roundtrip, car and two people). Here all the details.

Victoria (or Rabat) is the capital of Gozo, mainly famous for its Citadel. Do not venture to look for parking on the (very busy) main road, follow-Triq ir-Republika and at the first roundabout turn left, you will find a very large free parking.

Where and what to eat in Malta

Sincerely the typical Maltese cuisine seemed too much rich for our tastes, and for the season (rabbit stew, caponata, fish soup …), which is why we tried only their typical “snacks”:

Pastizzi: I’m in love with this kind of puff pastry filled with cottage cheese or a kind of mushy peas. I tried them both in the “low fat” version baked or fried … it’s a tasty pleasure. Those who have followed me on Snapchat (paola.paoly) will hear the crunchiness of the fried pastizzo eaten in Gozo. Besides being delicious, they cost very little (between 30 cents and 50 cents) and very satiating. In Valletta we ate them cooked in the oven at the Cafe Cordina, one of the historical places of the city. In Gozo we tried them fried in one of the many takeaway pastizzerie. Very good in both versions.

Ftira: very similar to Sicilian pane cunzato. A very crusty loaf filled with tuna, onion, olives, tomatoes, oil and so on and so forth! Remember that in Malta the food portions are huge. 🙂

As for us, we had a lovely meal in these restaurants:

  • TEMPTASIAN: Fusion Restaurant on the 9th floor of the hotel where we were staying, The Palace Hotel. The restaurant is beautiful inside and outside with panoramic views of Valletta and Sliema. Excellent service and attention to detail and of course a refined oriental cuisine. Prices average for restaurants of this type. I recommend booking if you want a “view” table.
  • PICCOLO PADRE : along the promenade leading from Sliema to St Julien. Positioned on the outermost side of the bay, the view from the terrace is wonderful. We took two plates of linguine with seafood, delicious and generous portions. Excellent choice. For a nice table with a view in August is best to book in advance.
  • FRESCO’S : Always along the promenade and not far from Piccolo Padre, there is this cute restaurant where we ate very well. The terrace is partially open and the final effect is very pleasant. Shortly before ordering, it was clear that it was not a fast food and all the dishes were cooked at the time, so we have been advised that it would take a bit ‘of time for our spaghetti with seafood … 45 minutes! Despite the wait, the food was great and the friendly and helpful service worth the waiting.
  • LA FONTANELLA TEA GARDEN : one of the most beautiful cafe in Mdina with more than a terrace overlooking the valley and a menu with a huge variety of cakes! I took a carrot cake, but I would have tried them all !!!

 

What else? We thoroughly enjoyed this holiday and we still have the desire to return to Malta to see what we miss during this week, who knows maybe next spring!

If you liked my story, if you also want to share your experience or if you have questions, fill in in the comments below!

5 Risposte a “MALTA : una settimana nella storica isola del Mediterraneo”

  1. Non so se sia per il “servizio dettagliato ” o per la bellezza dei paesaggi naturali e non, ma sono veramente entusiasta! Molto molto bella quest’isola….. Viene proprio voglia di andare a vedere! Grazie

    1. ehehe volevo accertarmi di mettere tutte le informazioni utili per vivere al meglio la vacanza! 😉 Isola da scoprire e una settimana non basta, bisogna tornarci!

  2. […] aver scritto un post abbastanza dettagliato su Malta e su cosa fare in una settimana di Agosto, riguardando tutte le foto della vacanza mi sono detta […]

  3. Eccomi qui finalmente! Bellissimo ed esaustivo il tuo post! Mi ricordo benissimo i tuoi snap della vacanza…e chissà perché quelli che mi sono rimasti più impressi sono quelli dei Pastizzi ahahah
    Baci <3 Bea

    1. Madonna i pastizziiiii che goduria!!!! 😀
      Grazie Bea!! 🙂

Cosa ne pensi? :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: